Blitz quotidiano
powered by aruba

Treviso, malore dopo concerto e muore. Un mese prima…

TREVISO – Si è sentita male dopo il concerto dei Negramaro. Laura Casagrande è stata stroncata da un infarto, con ogni probabilità, ed è stata ritrovata nel piazzale dell’arena dove era finito il concerto. Ne parla Il Gazzettino:

Stroncata da un infarto nel piazzale della Zoppas Arena dopo una serata trascorsa al concerto dei Negramaro. Così è morta all’alba di ieri Laura Casagrande, 39enne di Pieve di Soligo. Inutile ogni tentativo di salvarla. Laura era mamma di tre bambini. La più grande ha 12 anni ed è nata dalla relazione con il marocchino assassinato un mese fa a Miane. Ai tre piccoli resta solo il nonno, che ora dovrà occuparsi di loro.

La vicenda del marocchino è sintetizzata da un articolo del Gazzettino del mese scorso:

Un marocchino, Medhi Chadi, 42 anni, è stato ucciso, pare a coltellate, nella sua abitazione a Miane. Sul corpo dell’immigrato, operaio e incensurato, sono state trovate varie ferite di arma da taglio alla schiena. I carabinieri di Treviso, secondo quanto si è appreso, stanno procedendo per omicidio. La sua morte potrebbe essere avvenuta nella prima mattinata di oggi. A scoprire il cadavere sono stati i vicini di casa e proprietari dell’appartamento in cui viveva la vittima, al piano superiore al loro. Gli stessi proprietari, che avevano dato in affitto la casa al marocchino, avrebbero sentito del trambusto, forse una lite concitata, tra la vittima e un’altra persona. Non vedendolo per tutta la mattina, l’affittuario è salito trovando la porta della casa aperta e il cadavere sul pavimento, appena varcato l’ingresso. La casa era soqquadro. I militari dell’Arma hanno informato il magistrato di turno e avviato le indagini, sentendo per primi i vicini di casa e alcuni amici della vittima. Al momento non sarebbero emersi elementi che porterebbero ad una soluzione del caso nelle prossime ore.