Blitz quotidiano
powered by aruba

Treviso: morto il poliziotto Mirco Taffarello, stroncato da infarto

TREVISO – Un infarto ha stroncato Mirco Taffarello, abile e stimato poliziotto della questura di Santa Chiara a Venezia ma residente a Carbonera, Treviso. Un punto di riferimento ora compianto dai colleghi. Ne parla La Tribuna di Treviso:

Lutto nella polizia. Sabato pomeriggio, a causa di un infarto, è morto Mirco Taffarello, 51 anni, assistente capo che lavorava alla sala operativa della questura veneziana di Santa Chiara di cui, da molti anni, era una colonna portante. Sabato pomeriggio il poliziotto, residente a Carbonera, si trovava a casa. Aveva deciso di stendersi a letto per riposare: è stata la moglie, tornando a casa dal lavoro, a trovarlo privo di vita. Inutile ogni tentativo dei medici di salvargli la vita. Commozione in questura a Santa Chiara dove Mirco Taffarello lavorava da molti anni, ritenuto un abile operatore della centrale operativa, soprattutto nella gestione dei servizi di ordine pubblico.

“Era la sua voce a guidarci negli interventi”, ricordano i colleghi, “un punto di riferimento soprattutto nelle fasi più delicate, sapeva gestire tutte le situazioni con grande professionalità”. Taffarello, assistente capo, aveva da poco frequentato il corso a Spoleto per diventare vice-sovrintendente: la nomina era attesa per le prossime settimane, al rientro dal suo periodo di ferie. Taffarello lascia la moglie e un figlio, gli amici e i colleghi della polizia e in particolare della questura di Venezia, che hanno fatto arrivare il loro messaggio di vicinanza ai familiari.