Blitz quotidiano
powered by aruba

Treviso, si appisola in stazione: rapinato da profugo

TREVISO – Rapinato mentre si era appisolato alla stazione. E’ la brutta avventura capitata a un uomo di Treviso di 56 anni. L’uomo si è svegliato subito e ha provato a inseguire il giovane profugo che aveva preso la sua giacca ma si è preso due pugni in faccia. Il ragazzo, 19enne camerunense, è stato arrestato. Ne parla il Gazzettino:

Un imprenditore trevigiano di 56 anni è stato rapinato questa mattina, venerdì 22, alle 5 del mattino alla stazione dei treni. L’uomo si era appisolato in attesa del treno che doveva portarlo a Venezia (e da qui poi doveva andare in aeroporto per volare in Argentina). Un profugo, F.K., 19 anni, del Camerum richiedente asilo, gli ha rubato la giacca con il telefonino nella tasca interna. L’imprenditore si è risvegliato immediatamente, ha provato a inseguirlo, ma il camerunense lo ha bloccato con due pugni in faccia. Dopo aver raccontato l’accaduto alla polizia, le volanti hanno intercettato il profugo in via Ghirada e lo hanno arrestato. L’imprenditore, medicato, se la caverà in 5 giorni. Lo straniero, invece, dovrà attendere il processo per direttissima.


TAG: