Cronaca Italia

Trezzano (Milano), incendio all’ex deposito Scapa Italia: sos amianto, finestre chiuse

TREZZANO-INCENDIO-AMIANTO

Trezzano (Milano), incendio all’ex deposito Scapa Italia: sos amianto, finestre chiuse

TREZZANO SUL NAVIGLIO (MILANO) – Incendio a Trezzano sul Naviglio, in provincia di Milano: si teme una nube tossica. E il sindaco chiude le scuole, mentre le autorità invitano gli abitanti a non aprire le finestre.

Proseguono le operazioni di spegnimento del rogo che è divampato nell’ex deposito Scapa Italia in via Cellini, un tempo sede logistica dell’azienda leader nella distribuzione dei pasti, ma da cinque anni diventato un’area dismessa, riferisce Francesca Santolini sul Giorno. 

L’incendio è scoppiato intorno alle 15:30 di giovedì 12 ottobre, creando il panico a Trezzano e nei Comuni limitrofi per la nube di fumo grigio che ha reso impossibile la visibilità agli automobilisti e per le sostanze incenerite dal fuoco. Tra queste, infatti, secondo quanto riferisce il Giorno ci potrebbero essere amianto, coibentazione per frigoriferi e plastica.

Per questo motivo è stato allertato il nucleo speciale dei vigili del fuoco, l’Arpa (l’agenzia regionale per l’ambiente) e i Comuni limitrofi.

La polizia ha invitato i residenti a tenere le finestre chiuse e a non uscire di casa, mentre il sindaco, Fabio Bottero, ha firmato l’ordinanza urgente per la chiusura delle scuole elementari e medie nella giornata di venerdì 13 ottobre.

“Siamo in attesa di ricevere riscontri certi dalle analisi in corso di svolgimento da parte di Arpa Lombardia – ha spiegato Bottero al Giorno – ma per il principio di cautela abbiamo deciso di chiudere le scuole. Siamo ancora in una situazione di emergenza e non possiamo ignorare l’entità dell’incendio con la colonna di fumo nera che ha invaso il nostro territorio e i comuni limitrofi”.

 

To Top