Cronaca Italia

Trieste, morto per…Bora: troppo vento, portellone lo colpisce in testa

Trieste, morto per...Bora: troppo vento, portellone lo colpisce in testa

Trieste, morto per…Bora: troppo vento, portellone lo colpisce in testa (foto Ansa)

TRIESTE  Un uomo è morto nella zona industriale di Trieste dopo essere stato colpito violentemente al capo dal portellone di un camion, apertosi improvvisamente a causa del forte vento di Bora. L’incidente è avvenuto intorno alle ore 21.00, nei pressi dello stabilimento “Pasta Zara“, tra Trieste e Muggia. L’uomo stava caricando il camion ma una raffica improvvisa del vento ha causato la chiusura improvvisa del portellone, che lo ha preso nella zona cervicale, causandone il decesso immediato. Sul posto sono intervenuti gli operatori sanitari del 118 e la Polizia del Commissariato di Muggia, per i rilievi.

Terzo giorno consecutivo di Bora a Trieste, che continua a soffiare con raffiche oltre i cento all’ora, raggiungendo un picco di 118 Km/h nella notte. Continuano i disagi in alcuni punti della città. Dopo la chiusura dell’arteria di via dell’Istria, ieri, per una gru pericolante, il Comune ha reso noto che altre due vie sono state chiuse per la caduta di tegole e di un blocco di camini sulla sede stradale. Nella giornata di ieri il 118 cittadino aveva soccorso 30 persone, soprattutto anziani, per traumi minori causati da cadute per il forte vento.

Sono trenta le persone soccorse in giornata dagli operatori del 118 per traumi minori conseguenti le condizioni meteo, in particolare per cadute causate dalla Bora o perché colpite da oggetti. Tutte sono state trasportate in codice verde al Pronto Soccorso. Lo rende noto l’Azienda sanitaria universitaria cittadina. Il vento continua a soffiare con raffiche violente e continue aumentando i disagi alla cittadinanza. Oltre duecento sono gli interventi dei Vigili del fuoco – tra quelli effettuati e ancora da compiere – registrati in giornata. Lavoro molto intenso anche per la Polizia locale. A causa del persistere delle forti raffiche di Bora, i tecnici di AcegasApsAmga continuano a mettere in sicurezza i cassonetti per la raccolta dei rifiuti, sigillandoli e dove possibile ancorandoli. Rimane sospesa, invece, la raccolta dei rifiuti monoperatore differenziata e indifferenziata, mentre è attiva quella di raccolta per il rifiuto umido organico; è stato parzialmente ripristinato il servizio di asporto del rifiuto indifferenziato con mezzi diversi dal monoperatore.

To Top