Blitz quotidiano
powered by aruba

Trifone Ragone e Teresa Costanza: “C’è un’altra persona…”

PORDENONE – “C’è un’altra persona coinvolta nel duplice delitto di Teresa Costanza e Trifone Ragone“: questa la clamorosa indiscrezione riportata dal settimanale Giallo sull’omicidio dei due fidanzati, ucciso in un parcheggio di una palestra di Pordenone il 17 marzo 2015. Giallo cita una delle tante carte dell’inchiesta. Documento in cui si legge: “Vengono stralciate diverse pagine del fascicolo per ulteriori attività di indagine nei confronti di un altro soggetto”. “Come avete letto – si legge nell’articolo del settimanale – ci sarebbe un altro soggetto coinvolto nel duplice omicidio, avvenuto di sera nel parcheggio del palazzetto dello sport di Pordenone”.

Per l’omicidio, come ricorda Giallo “è in carcere da qualche settimana Giosuè Ruotolo, caporalmaggiore dell’esercito e commilitone di Trifone Ragone. Insieme a Giosuè Ruotolo è stata arrestata anche la sua fidanzata Rosaria Patrone. La ragazza è accusata di favoreggiamento e false dichiarazioni”.

Ma oltre a loro potrebbe esserci un’altra persona sulla quale si stanno concentrando le “attenzioni” degli inquirenti. Chi è? Scrive ancora il settimanale: “Per ora non è dato saperlo, dal momento che la parte del fascicolo che la riguarda è stata secretata fino alla chiusura delle indagini preliminari. Gli inquirenti infatti non vogliono diffondere particolari importanti che possano in qualche modo ostacolare la genuina acquisizione della prova”.

Immagine 1 di 5
  • Teresa Costanza e Trifone Ragone
  • Trifone Ragone e Teresa Costanza
Immagine 1 di 5

 


PER SAPERNE DI PIU'