Cronaca Italia

Trifone Ragone, Teresa Costanza e quell’Audi che scappò dal parcheggio dopo l’omicidio

Trifone Ragone, Teresa Costanza e quell'Audi che scappò dal parcheggio dopo l'omicidio

Trifone Ragone, Teresa Costanza e quell’Audi che scappò dal parcheggio dopo l’omicidio

PORDENONE –  Una vettura si allontana a gran velocità dal parcheggio del palazzetto dello sporti di Pordenone. Lo stesso parcheggio in cui, poco dopo, saranno ritrovati i corpi senza vita di Trifone Ragone e Teresa Costanza. Questo il filmato mostrato la mattina del 30 gennaio nel tribunale di Udine che colloca l’Audi A3 di Giosuè Ruotolo, unico indagato per il duplice omicidio, sulla scena del crimine la sera del reato.

I periti di parte della Procura di Udine, gli ingegneri Paolo Reale e Giuseppe Monfreda, hanno presentato in tribunale davanti alla Corte di Assise l’esito della loro consulenza, nella quale hanno ricostruito i tempi degli spostamenti della vettura dell’imputato, il percorso del runner che passò in zona, e sincronizzato i tempi riportati dalle diverse telecamere.

Gli esperti hanno analizzato il sistema di videosorveglianza e calcolato che l’ora reale corrisponde all’ora del fotogramma, più 4 minuti e 23 secondi. I periti hanno anche riferito le differenze tra i modelli di Audi A3 e A3 sportback, “indistinguibili se viste frontalmente”. La loro audizione prosegue con l’approfondimento sugli altri aspetti trattati nella consulenza: una sessione di test svolti sul luogo del crimine, il percorso dell’Audi A3 e la rilevazione delle telecamere, il lancio della pistola nel laghetto e le verifiche sulle testimonianze.

To Top