Cronaca Italia

Truffe anziani, scatta arresto obbligatorio se vittima è over 65

Truffe anziani, scatta arresto obbligatorio se vittima è over 65

Truffe anziani, scatta arresto obbligatorio se vittima è over 65

ROMA – Arresto obbligatorio per chi truffa gli ultrasessantacinquenni. Lo prevede una nuova legge sui delitti di truffa e circonvenzione di incapace commessi ai danni di anziani indifesi. Il testo, che inasprisce le pene, è in calendario in Aula a Montecitorio questa settimana.

Attualmente l’arresto in flagranza di reato è facoltativo. La nuova legge consentirà di fermare automaticamente chi si macchia degli odiosi raggiri. E per non lasciare spazio ad equivoci si stabilisce anche un’età anagrafica convenzionale: 65 anni.

La nuova norma punta anche a far emergere un fenomeno troppo spesso taciuto: accade infatti che i poveri anziani, per la vergogna, si chiudano nel silenzio invece di denunciare il raggiro subito. E la truffa è un reato procedibile solo a seguito di querela. A meno ché non sia aggravata.

Come riporta Stefania Piras sul quotidiano Il Messaggero:

La pena rimane quella vigente cioè «la reclusione da uno a 5 anni e la multa da 309 a 1.549 euro». Ma vede l’introduzione di un’ autonoma aggravante speciale: quando la vittima sia un ultra sessantacinquenne è sottratta alla valutazione del giudice la verifica della concreta sussistenza degli altri requisiti previsti nel caso di minorata difesa.

Inoltre si limitano i casi di applicazione della sospensione condizionale della pena ai condannati per circonvenzione di incapaci e truffa aggravata a over 65. Il beneficio si ottiene solo con un risarcimento alla vittima. Stesso riguardo per gli over 65 si applica al reato di rapina. La proposta di legge risale al novembre 2016, è stata presentata dal Pd e firmata da una sessantina di deputati.

To Top