Blitz quotidiano
powered by aruba

Turisti, Milano batte Roma da 3 anni. Traino Expo, flop Giubileo

ROMA – Turisti, Milano batte Roma da 3 anni. Traino Expo, flop Giubileo. “Per il terzo anno consecutivo Milano supera Roma per visitatori: nel 2016 ne aspetta 7,7 milioni e se i giovani scappano dall’Italia, a Milano nell’ultimo anno sono venuti a studiare da tutto il mondo 40mila giovani e lo fanno per la qualità della vita, cosa impensabile qualche anno fa”. E’ lo stesso primo cittadino Giuseppe Sala a sventolare con soddisfazione i dati forniti dall’annuale Mastercard Global Cities Index (leggi qui), la classifica aggiornata sugli afflussi turistici nelle metropoli mondiali.

La classifica mondiale. Dunque, nel 2016, Milano si piazza al 14° posto mondiale per numero di arrivi all’anno (7,65 mln), Roma al 16% (7,12 mln): in Europa sono più visitate della “capitale morale” d’Italia solo Londra (2°), Parigi (3°), Barcellona (12°) e Amsterdam (13°). Nel mondo la città più attrattiva è Bangkok: dopo Londra e Parigi, nell’ordine, Dubai, New York, Singapore, Kuala Lumpur, Istanbul, Tokyo, Seoul, Honk Kong.

Roma indietro nonostante il Giubileo. Con un incremento annuo (dal 2011 al 2015) del 5% del numero di turisti Roma faceva registrare comunque un andamento più lento della rivale meneghina. Nel 2016 l’aumento è crollato all’1%, un crollo rispetto al 2015 (-4%). Va detto che una buona fetta (c’è chi calcola un 30%) sfugge alle rilevazioni perché (è il caso dei pellegrini) rappresenta una modalità turistica mordi e fuggi (non frequenta alberghi, parametro fondamentale delle statistiche) o si rivolge a strutture in nero. Secondo gli albergatori, “35mila persone ogni giorno dormono a Roma all’insaputa delle autorità”. Sul Corriere della Sera viene giustamente segnalato il mancato contributo in termini assoluti del Giubileo a fronte dell’effetto traino costituito a Milano dalla Expo universale.

Gli addetti ai lavori aspettavano milioni di pellegrini. Non è andata così: «Non è stato così trainante come ci si aspettava», fanno due conti oggi gli albergatori, tanto che qualcuno parla di un vero «flop». Anche se finora sono quasi 18 milioni i pellegrini arrivati a Roma. Il Giubileo del 2000 ne portò quasi 15 milioni. Ma è pur vero, sottolineano gli albergatori, che questo tipo di turismo frequenta poco gli alberghi e magari lascia la città dopo appena 24 ore. Secondo i dati 2015 del Comune, però, in media un turista italiano si ferma meno di due giorni, 2,6 giorni invece se straniero. Ma a questi numeri vanno aggiunti poi quelli sommersi dell’homesharing, a Roma sempre più diffuso, e delle strutture abusive. (Pierpaolo Lio, Claudia Voltattorni, Corriere della Sera)