Blitz quotidiano
powered by aruba

Udine, gatta uccisa con un fucile a pallini: c’è l’esposto

UDINE – Uccisa con un colpo al cuore, sparato da un fucile a pallini. E’ la triste fine di una gatta di colonia, uccisa senza pietà a San Giorgio di Nogaro, provincia di Udine. L’animale, sterilizzato e innocuo, apparteneva a una colonia felina. Ecco cosa scrive Il Messaggero Veneto:

A scoprire la gatta priva di vita sono stati i volontari che seguono le due colonie feline esistenti in paese: quella di villa Dora e quella di piazza del Grano, che ogni giorno sono accudite da due gattare. Sdegno, amarezza e una rabbia profonda ha colto le due volontarie per un «barbaro atto messo a segno nei confronti di un animale indifeso».

Come spiega Lucio Garbin, portavoce del comitato, «il fatto dovrebbe essere accaduto nella notte tra venerdì e sabato e chi ha agito lo ha fatto, a nostro avviso, per puro divertimento. Non solo, ma deve essere stato uno bravo a sparare: l’ha colpita dritta al cuore. Perché questo vile atto? Questa era una gatta della colonia di villa Dora, era sterilizzata e registrata all’Azienda sanitaria. Era alimentata dalle volontarie, quindi non cercava cibo, faceva solo un giretto. Che male poteva fare? Ricordo che uccidere o maltrattare animali è reato. Presenteremo un esposto ai carabinieri e alla Procura». Garbin, che da anni è impegnato nella difesa delle colonie feline sangiorgine e degli animali domestici in genere, tanto da costituire assieme ad altri volontari il Comitato ambiente, preoccupato ribadisce che «a fronte di quello che qualcuno sta attuando nei confronti di questi animali domestici non ci sono commenti, ma solo tanta rabbia.


TAG: ,