Blitz quotidiano
powered by aruba

Udine, la moglie lo lascia: lui si impicca in casa

 

UDINE – Un artigiano di 54 anni di Udine si è ucciso, impiccandosi ad una trave del soffitto della sua camera da letto. Da tempo, dopo che la moglie lo aveva lasciato, soffriva di depressione.

Il corpo senza vita dell’uomo è stato trovato dai suoi parenti, che erano a conoscenza del profondo disagio vissuto dall’uomo dopo la separazione dalla moglie, come spiega Paola Treppo sul Gazzettino.

I parenti hanno subito chiamato il 118, ma quando i sanitari sono arrivati non hanno potuto far altro che constatare il decesso dell’uomo.

E quello dell’artigiano non è stato l’unico suicidio avvenuto a Udine nella giornata di giovedì, 15 settembre. Nelle stesse ore, infatti, un militare dell’esercito di 45 anni si è tolto la vita in casa esplodendo un colpo di arma da fuoco diretto alla testa. A trovare il suo corpo ormai senza vita è stata la madre, che ha chiamato subito i soccorsi. Anche in questo caso, però, i sanitari hanno solo potuto constatare il decesso.

I SUICIDI IN ITALIA – Sono circa 4mila ogni anno in Italia le persone che decidono di togliersi la vita. Si tratta per lo più di uomini adulti in età da lavoro. I motivi che portano al suicidio in molti casi sono legati alla crisi economica e alla disoccupazione, ma non solo, come dimostra il caso dell’artigiano di Udine.

 


PER SAPERNE DI PIU'