Blitz quotidiano
powered by aruba

Udine: vandali imbrattano il muro di casa? Pulisci o multa

UDINE – I vandali imbrattano i muri di casa tua? Ti tocca pulire, altrimenti scatta la multa. Il Comune di Udine sta discutendo questa proposta. Proposta che non mira a punire i proprietari di casa, ovviamente vittime dei vandali, ma a dirimere un’antica questione: il Comune non può ripulire i muri che sono proprietà privata, ma solo quelli pubblici. E siccome individuare i vandali è pressoché impossibile, che fare con i muri imbrattati? Ecco la soluzione proposta: invitare i proprietari a pulire da sé, altrimenti scatta la multa. Ne parla Il Messaggero Veneto:

Multe più salate per i graffitari. Il nuovo regolamento della polizia municipale che sarà discusso oggi in giunta prevede infatti una sanzione amministrativa da 50 a 300 euro per chi imbratta muri ed edifici pubblici o privati.

Il problema è che identificare gli autori dei vandalismi è quasi impossibile e così a pagare il conto saranno anche le vittime cioè i proprietari degli immobili. Solo una volta i vigili sono riusciti a trovare il colpevole, quando il 20 aprile dello scorso anno alcuni studenti hanno pensato bene di lasciare un segno tangibile del loro passaggio imbrattando il muro, il pavimento e una panchina in marmo della loggia del Lionello con uno spray di vernice rossa. E infatti il Comune ha deciso di potenziare anche la videosorveglianza soprattutto nelle zone più “bersagliate” dai vandali come per esempio vicolo Sottomonte. Ma sono in arrivo sanzioni anche per i proprietari degli immobili. Perché il Comune non può intervenire per ripulire le scritte quando si trovano su edifici o pertinenze private. E allora l’unica via per garantire il decoro è quella di “invitare” a ripulire i cittadini. O con l’ordinanza di un dirigente comunale o attraverso l’intimazione contenuta nel verbale. La multa in quel caso va – sempre che la giunta non decida di modificare il testo – da 25 a 150 euro. E se i proprietari dei muri resi “indecorosi” dai vandali non provvedono allora il Comune può provvedere a ripulire e poi presentare il conto.


TAG: