Cronaca Italia

Ufo, flottiglia nei cieli di San Marino per salutare il congresso… degli ufologi

Ufo, flottiglia nei cieli di San Marino per salutare il congresso... degli ufologi

Ufo, flottiglia nei cieli di San Marino per salutare il congresso… degli ufologi

RIMINI – “Una flottiglia di Ufo ha attraversato i cieli di San Marino”. E chi li ha avvistati? Proprio alcuni ufologi che in quelle ore si erano riuniti per un “Simposio mondiale sugli oggetti volanti non identificati”. E il Cun, il Centro ufologico nazionale, dice di avere anche documentazione fotografica dell’avvistamento. I fatti risalgono allo scorso 14 maggio, ma sono stati resi pubblici solo oggi “dopo le verifiche del caso”, spiega Roberto Pinotti, fondatore del Cun e organizzatore del convegno.

Il presunto sorvolo del monte Titano da parte di una “flottiglia” di Ufo è avvenuto tra le 10.15 e le 10.40: “La maggioranza degli oltre 300 congressisti convenuti da Canada, Francia, Bulgaria, Germania, Svizzera, Giappone e Italia non si è accorta della cosa, e solo una trentina di loro – dice Pinotti – ha seguito otticamente il fenomeno, riprendendolo con i cellulari”.

E non sarebbe la prima volta. “Si tratta della replica diurna di quanto da noi rilevato di notte l’anno scorso” dichiara in una nota del Cun l’astrofilo Gianfranco Lollino, responsabile del vicino Osservatorio Astronomico di Saludecio (Rimini), che nel 2016 segnalò il passaggio notturno di un analogo “sciame” di Ufo sempre durante il Simposio ufologico di San Marino.

“Le riprese effettuate mostrano corpi tondi di aspetto madreperlaceo che si stagliano netti contro il cielo azzurro, terso e senza nuvole”, afferma l’astrofilo ravennate Claudio Balella. “Li ho ripresi anche io, e non si tratta né di palloncini né di alcunché di noto”, aggiunge. Pinotti è dell’avviso che la ‘visita’ degli Ufo non sia stata casuale. “Che la massima assise mondiale sul fenomeno sia sorvolata massicciamente per due volte da oggetti volanti non identificati porta a ritenere improbabile un evento casuale e anzi autorizzerebbe a evocare un rapporto di causa ed effetto. Per serietà scientifica ci siamo volutamente astenuti dal comunicare la cosa all’esterno durante il convegno e prima dei necessari riscontri tecnici sulle immagini. Solo adesso che questi ci hanno fornito le conferme possiamo rendere nota la cosa, che il Cun non ritiene necessario commentare perché in fondo si commenta da sola”.

To Top