Blitz quotidiano
powered by aruba

Urbino, un uomo e una donna morti in casa per fuga di gas

URBINO – Tragedia ad Urbino: lunedì mattina, poco dopo le 11, due persone sono state trovate senza vita in un appartamento di via delle Stallacce, in pieno centro storico. Sembra che a causare la morte sia stata una fuoriuscita di monossido di carbonio. Una terza persona, una pensionata di 76 anni, è stata portata in ospedale perché trovata svenuta in casa. Abitava nell’appartamento al piano superiore a quello dei due ragazzi.

Le due vittime sono un uomo belga di 47 anni e una donna del posto, di 50 anni. All’inizio si era pensato a due studenti perché gli appartamenti, nella zona sono spesso affittati a ragazzi che frequentano l’Università. La morte dei due risalirebbe alla mezzanotte scorsa, secondo una prima valutazione del medico legale. La coppia è stata trovata in camera da letto. Le esalazioni di monossido di carbonio si sarebbero sprigionate da una caldaia.

I vigili del fuoco erano stati chiamati proprio perché l’anziana non rispondeva al citofono. Una volta entrati l’hanno soccorsa, e hanno poi cercato di capire da dove provenisse la perdita di gas.

Appena hanno scoperto che veniva dal piano di sotto, i vigili del fuoco hanno avuto l’autorizzazione ad abbattere la porta per entrare. All’interno dell’appartamento hanno trovato i corpi dei due ragazzi, ormai morti.


TAG: ,

PER SAPERNE DI PIU'