Cronaca Italia

Val d’Aosta, 2 valanghe in un’ora: almeno tre morti e 5 feriti

Valanga travolge sciatori a Courmayeur: due morti e molti feriti

Valanga travolge sciatori a Courmayeur: due morti e molti feriti

COURMAYEUR – Giornata nera in Val d’Aosta. Due valanghe si sono staccate in meno di due ore nella tarda mattinata di giovedì 2 marzo, una in Val Veny, nel Comune di Courmayeur, e una poco distante, al Colle San Carlo, tra La Thuile e Morgex. Il bilancio è di almeno 3 morti e 5 feriti, di cui uno grave.

Nel primo caso la massa di neve ha travolto un gruppo di sciatori, uccidendone tre e ferendone, anche gravemente, molti altri. Nel secondo caso sono due le persone coinvolte: una coppia di scialpinisti rimasti sepolti sotto la coltre di neve. Le guide del Soccorso alpino valdostano sono giunte sul posto e hanno iniziato le ricerche con l’ausilio delle sonde.

Le tre vittime della valanga sono un italiano, un belga e un tedesco. Lo ha detto la Guardia di Finanza di Entreves, che si occupa dell’indagine. In totale le persone coinvolte nella valanga sono 18, di nazionalità italiana, belga e tedesca. I feriti sono un altoatesino, una torinese, due belgi e uno ancora non identificato che si trova in rianimazione ed è in condizioni disperate.

La prima valanga, quella che ha colpito la Val Veny, si è staccata in un canalone dove si pratica il fuoripista nella zona del Plan de la Gabba-La Visaille. Sul posto sono presenti guide del Soccorso alpino valdostano, medici e due elicotteri. I primi ad intervenire dopo il distacco della valanga sono stati alcuni sciatori ‘freeriders’ che si sono messi a scavare nella neve per cercare eventuali persone rimaste sepolte.

Nella zona sono stati segnalati molti accumuli di neve, in particolare nei canaloni, a causa del vento che ha soffiato in quota nelle ultime ore. Il pericolo valanghe è ‘marcato’ (indice 3 su una scala di 5 punti) a causa della neve fresca e della neve ventata.

IN AGGIORNAMENTO

To Top