Blitz quotidiano
powered by aruba

Valentina Di Roti uccisa da antibiotico: dentista indagato

ROMA – E’ morta pochi minuti dopo aver preso l’antibiotico che il dentista le aveva prescritto dopo averle curato un ascesso. La vittima si chiamava Valentina Di Roti, 31 anni, residente ad Ostia. Sul caso è stato aperto un fascicolo di inchiesta con l’accusa di omicidio colposo: indagato il dentista.

A sporgere denuncia sono stati i familiari di Valentina. Solo l’autopsia potrà fare chiarezza sulle effettive cause del decesso ma secondo l’accusa il medico era perfettamente a conoscenza dello stato di salute della giovane. Valentina frequentava quello studio da anni e il dentista sapeva che negli ultimi mesi era sotto antidepressivi.

Il dramma si è consumato martedì 15 novembre: la giovane aveva appuntamento dal dentista per farsi devitalizzare un dente. Ma una volta realizzato che la paziente aveva un ascesso, il dentista ha rimandato l’intervento e ha provveduto a pulire la zona infettata. Poi ha prescritto alla paziente un antibiotico da prendere entro la fine della giornata.

Una volta rientrata a casa la giovane ha seguito l’ordine del medico ma subito dopo aver mandato giù la pillola si è sentita male. Ha telefonato alla madre e ha bussato alla porta della vicina in cerca d’aiuto. Quando quest’ultima è apparsa sull’uscio, l’ha vista accasciarsi a terra.