Cronaca Italia

Valtellina, sequestrato e seviziato da una coppia di amici

Valtellina, sequestrato e seviziato da una coppia di amici

Valtellina, sequestrato e seviziato da una coppia di amici

SONDRIO – Sequestrato per 24 ore da una coppia di amici e costretto a subire umiliazioni e a punizioni corporali. La Procura di Sondrio ha aperto un’indagine su un grave episodio di violenza e bullismo accaduto in Valtellina di cui è stato vittima un diciottenne di un paese in provincia di Sondrio. Il giovane è diventato per settimane oggetto dei soprusi di un ventiduenne di Morbegno (Sondrio), ora ricercato, e della di lui compagna, una ragazza di 15 anni.

Il ventiduenne, un suo conoscente (con precedenti penali), non solo lo avrebbe costretto a ospitarlo per settimane insieme alla ragazza e a consegnargli a più riprese del denaro, ma lo avrebbe anche sequestrato in casa e seviziato: bruciature di sigaretta, colpi sulle ginocchia con una mazza da baseball, minacce continue, compresa quella di ammazzarlo nel caso in cui avesse parlato.

Il giovane valtellinese ha trovato il coraggio di denunciare tutto solo per caso: un giorno, mentre i tre erano insieme, è svenuto per strada. Alcuni passanti hanno notato la scena e hanno chiamato un’ambulanza, mentre il conoscente è fuggito.

Una volta ricoverato, il ragazzo, in visibile stato di shock,  ha raccontato la sua storia ai medici, che hanno chiamato i carabinieri. Del ventiduenne si sono perse le tracce. I carabinieri, coordinati dal procuratore di Sondrio, Claudio Gittardi, indagano nei suoi confronti per lesioni personali, sequestro di persona, rapina aggravata e violenza privata.

To Top