Blitz quotidiano
powered by aruba

Valter Foffo: “Ergastolo per killer Luca Varani, Manuel…”

ROMA – Valter Foffo dice di essere stato frainteso sulla frase sui gay e le donne: (“Manuel non è gay, a noi Foffo piacciono le donne vere”) e ora chiede l’ergastolo per i killer di Luca Varani, aggiungendo di essere fiducioso nel lavoro dei magistrati e che suo figlio dovrà pagare la pena adeguata. Manuel Foffo è accusato insieme a Marco Prato di aver ucciso Varani durante un coca party al Collatino a Roma.

Le sue parole sono riportate da Nino Materi sul Giornale:

 

«Voglio ribadirlo una volta per tutte – fa sapere Valter Fotto al Giornale attraverso il suo legale -. Aspettiamo l’esito delle perizie tossicologiche. Abbiamo fiducia negli inquirenti e nella magistratura. Manuel è pronto a pagare per la sua colpa. Una colpa enorme per la quale non c’è pena adeguata. Ora mio figlio sta capendo la mostruosità che ha commesso. È pentito. Capisco la famiglia Varani che non vuole sentir parlare di perdono. È sacrosanto che pretenda giustizia per il supplizio subìto da Luca. Chi ha massacrato quel povero ragazzo merita l’ergastolo. Se il o i colpevoli hanno agito in uno stato di totale o parziale infermità di mente dovranno essere rinchiusi in un centro di cura e trascorrere lì moltissimi anni. Ma per me la cosa più importante è sottolineare che mi sento vicino ai genitori, alla fidanzata e a tutti quelli che amavano Luca. Oggi si celebreranno i suoi funerali. Vorrei essere lì, con la famiglia. Ma so che non sarebbe opportuno. Ci incontreremo in futuro. Spero che mi consentiranno di abbracciarli e di portare un fiore sulla tomba di Luca».

I frame della fase immediatamente successiva sono ormai indelebili nella mente di Valter Foffo: «Appena Manuel mi ha confessato il suo terribile segreto, ho chiamato l’avvocato Michele Andreano. Entrambi abbiamo accompagnato Manuel a costituirsi dai carabinieri». Per Valter è l’inizio di un incubo mediatico che nessuno riuscirà più ad arginare. Il signor Foffo è un imprenditore, non conosce il tritacarne dei media. Non ne padroneggia le lame affilate. Si fa intervistare da Vespa a Porta a porta: le domande sono giornalisticamente corrette, ma le risposte sono «emotivamente» sbagliate. Valter Foffo dà la sensazione (in tv «passa» solo ciò che appare esternamente, non quello che si sente internamente ndr) di voler difendere Manuel, curandosi poco o nulla del dramma della vittima. Ovviamente non è così, ma chi sta dall’altra parte dello schermo non può coglierlo. Sul padre di Manuel la pressione non cala, anzi aumenta di giorno in giorno. Foffo non si sottrae (e forse il suo errore è proprio questo) a nessuna intervista. Inevitabilmente gli «incidenti di percorso» si moltiplicano. Frasi infelici, concetti strumentalizzati, parole estrapolate dal contesto. Un mix che mettono Valter faccia al muro.

Immagine 1 di 10
  • Foffo: "Non so come chiedere scusa a genitori Luca". Scusa?!Foffo: "Non so come chiedere scusa a genitori Luca". Scusa?!
  • Marco Prato e Manuel Foffo, cercasi video in cui Luca... (Nella foto Ansa, Luca Varani)
  • Una foto tratta dal profilo Facebook di Luca Varani, lo studente universitario ucciso in un appartamento nel quartiere Collatino, alla periferia di Roma, 6 Marzo 2016.
Immagine 1 di 10