Cronaca Italia

Varese, arrestati 15 rom: sequestrati beni per 725mila euro

Varese, arrestati 15 rom: sequestrati beni per 725mila euro

Varese, arrestati 15 rom: sequestrati beni per 725mila euro

VARESE – Quindici ordinanze di custodia cautelare (4 in carcere e 11 ai domiciliari) sono state eseguite oggi per il reato di associazione a delinquere transnazionale finalizzata al furto aggravato nei confronti di altrettante persone tutte di etnia rom. Sequestrati beni per un valore di 725mila euro.

Tra gli arrestati figura anche Remi Nikolic, il ragazzo che cinque anni fa investì e uccise a Milano, con un’auto rubata, l’agente della polizia locale Niccolò Savarino. Lo scorso luglio il Tribunale per i minorenni di Milano aveva concesso a Nikolic il regime di semilibertà con affidamento ai servizi sociali, dopo che aveva trascorso cinque anni in carcere, con una decisione che aveva suscitato polemiche.

In particolare, il sodalizio criminoso era dedito alla consumazione di reati contro il patrimonio (furti), collegati a operazioni fraudolente di cambio valuta, realizzati in più Stati attraverso la consegna di banconote contraffatte a fronte della sottrazione fraudolenta del danaro regolare. I reati contestati sono collegati sostanzialmente a un’attività di “cambio valuta fraudolenta”, ossia un sistema informale di trasferimento di valori denominata “Hawala” (in arabo “trasferimento”), basato su una rete di mediatori tramite i quali i capitali vengono esportati, da uno Stato all’altro, garantendo in tal modo l’anonimato delle parti, e sottraendo la transazione finanziaria effettuata a qualsiasi tracciabilità. In tal modo i sodali – offrendo alle vittime, solitamente stranieri interessati a operazioni attive di trasferimento internazionale di fondi, euro in cambio di moneta estera, a un tasso di conversione favorevole – sottraevano alle vittime cospicue somme di denaro.

To Top