Blitz quotidiano
powered by aruba

Varese, Paolo Rindi scomparso: appello della madre

VARESE – La madre di Paolo Rindi, 22 anni, di Varese, scomparso in Val Grande (Verbania) l’1 febbraio durante un’escursione in solitaria, lancia un appello al figlio e a chiunque abbia sue notizie. “Paolo torna a casa o chiamaci e dicci che stai bene – dice Fiammetta Masude – Qualsiasi cosa possa essere accaduta si risolve. Io e papà ti vogliamo bene, ti aspettiamo insieme a Carola, ai nonni e tutti i tuoi amici”.

Le ricerche del giovane sono scattate il 2 febbraio. Cani molecolari e soccorritori hanno setacciato valli e sentieri, ma di lui nessuna traccia. Sospese le ricerche domenica, le forze di polizia sono state informate dalla famiglia che qualcuno ha avuto accesso al profilo Facebook del ragazzo.

“Siamo appena stati dal magistrato e speriamo procedano ad autorizzare le indagini della Polizia Postale sul profilo Facebook e sul cellulare – spiega all’Ansa la madre – vogliamo capire se sia stato lui ad entrare nel suo profilo o altri. Siamo davvero terrorizzati che possa essergli accaduto qualcosa. Chiunque lo abbia visto si rivolga immediatamente al 112″.

Al momento della scomparsa Paolo Rindi, costituzione magra, indossava una giacca mimetica dell’esercito italiano, zaino e cappellino verdi. L’ultimo ipotetico avvistamento del ragazzo risale al 9 febbraio scorso, quando un conoscente afferma di averlo notato nella stazione ferroviaria di Cadorna a Milano. Come il ragazzo sia eventualmente venuto via dalla Val Grande resta un mistero.


TAG: