Blitz quotidiano
powered by aruba

Vasto: Marco Riccitelli morto, Claudio Basilavecchia disperso in mare

VASTO – Un morto (Marco Riccitelli) e un disperso (Claudio Basilavecchia) è il tragico bilancio di un pomeriggio nel mare di Vasto (Chieti), a Punta Aderci. Tutto è iniziato con un salvataggio. Si sono tuffati in quattro, secondo le testimonianze dirette. Tre si sono salvati. Il primo in difficoltà è deceduto mentre dei quattro che hanno tentato il soccorso uno è disperso. Dei tre, uno è riuscito a tornare a riva, gli altri due, rimasti attaccati a un palo del Trabocco, sono stati tratti in salvo con il verricello da un elicottero della Guardia Costiera.

Il pomeriggio di quattro giovani di Penne (Pescara), di cui due fratelli, da trascorrere in uno dei posti più incantevoli nella riserva di Punta Aderci a Vasto nei pressi del Trabocco, si è trasformata in tragedia. Il bilancio è di un morto e un disperso e due tratti in salvo mentre una quinta persona intervenuta in soccorso è tornata a riva da sola. Sinora è stato recuperato il corpo di Marco Riccitelli, 29 anni, mentre proseguono incessanti le ricerche di Claudio Basilavecchia, 24 anni. Un pomeriggio sicuramente proibitivo per fare il bagno in quel punto tanto che uno dei ragazzi si è trovato in difficoltà a causa del forte vento di tramontana, che gli impediva il rientro in spiaggia.

Gli altri tre ragazzi hanno provato a salvarlo ma le onde sempre più insidiose li spingevano al largo. Alcuni turisti hanno chiamato i soccorsi vedendo tutto il gruppo in difficoltà, tanto che almeno due si sono attaccati a dei pali del trabocco scomparendo spesso alla vista di chi assisteva inerme dalla riva. L’arrivo dell’elicottero classe ‘Nemo’, utilizzato per la ricerca e soccorso in mare, ha permesso di issarne due a bordo con il verricello, mentre un terzo è riuscito a toccare terra con l’ ausilio di un materassino. Sinora è stato recuperato solo il cadavere di Riccitelli, mentre Basilavecchia attualmente risulta disperso. Sul posto è giunto anche un Atr 42 per aiutare alla perlustrazione della zona, anche con il supporto in mare di una motovedetta del locale Ufficio Circondariale Marittimo; le operazioni sono coordinate dalla Capitaneria di Pescara. Sul posto anche una pattuglia della Polizia del Commissariato e un’ ambulanza del 118 Abruzzo. La salma sarà trasferita nell’ obitorio dell’ospedale di Vasto.

 


TAG: