Cronaca Italia

Vaticano, gendarme del Papa accusato di violenze dalla moglie giornalista

Vaticano, gendarme del Papa accusato di violenze dalla moglie giornalista

Vaticano, gendarme del Papa accusato di violenze dalla moglie giornalista

CITTA’ DEL VATICANO – Un agente dalla gendarmeria del Vaticano è stato denunciato dalla moglie per violenze e maltrattamenti. La donna, una giornalista che lavora nella redazione della emittente dei vescovi, Tv 2000, avrebbe subìto da parte del marito aggressioni fisiche e violenze psicologiche al punto da decidere di depositare una denuncia presso gli uffici della Procura.

Franca Giansoldati sul quotidiano Il Messaggero scrive che il fascicolo in mano alla Procura di Roma parla di abusi e violenze, sia fisici che psicologici, che andavano avanti dal 2015, anno in cui la coppia si è sposata:

“L’ira del marito si sarebbe manifestata dopo il matrimonio avvenuto nel 2015. Dalle carte ufficiali si parla di una condotta fuori dalla norma. Aggressioni «per futili motivi». Capitava, per esempio, che il gendarme la «strattonasse, spintonasse colpendola con schiaffi, pugni cagionandole lesioni», minacciandola anche di morte. Oppure offendendola. «Sei una donna di m….».

In preda alla furia, durante le liti, capitava che il gendarme distruggesse tutto quello che gli capitava a tiro. Una volta arrivò a minacciare la moglie con un martello. Ti fracasso il cranio. «Le porte degli armadi spaccate, così come il mobilio, oggetti vari distrutti». Un’altra volta le ha sbattuto la testa contro la libreria fino a provocarle diverse lesioni. Vengono poi citati gli episodi particolarmente gravi, fino a che la ragazza non ha deciso di parlare, di andare a presentare una denuncia. L’ultima lite furibonda, degenerata come al solito, è stata a marzo.

In un referto citato negli atti si descrive il «trauma cranico con ematoma regione frontale, frattura spina nasale, frattura costale destro arco lat. XI, frattura scomposta falange primo dito piede destro». Fratture che i medici hanno giudicato guaribili in 15 giorni”.

I magistrati hanno richiesto l’arresto del gendarme, ma il gip si è opposto ma l’uomo ora dovrà rispondere di lesioni, maltrattamenti e violenze continuate.

To Top