Blitz quotidiano
powered by aruba

Vatileaks, Fnsi: “Assolvete Gianluigi Nuzzi ed Emiliano Fittipaldi”

ROMA – Caso Vatileaks, la Federazione nazionale dei giornalisti italiani al fianco dei colleghi imputati: #assolvetenuzziefittipaldi. Il sindacato dei giornalisti chiede che Emiliano Fittipaldi e Gianluigi Nuzzi vengano assolti senza se e senza ma. Con l’unica formula possibile: perché “il fatto non sussiste”. Ogni altra decisione dei giudici della Santa Sede “non potrebbe avere diritto di cittadinanza in nessuno Stato che si voglia definire civile”, sottolineano in una nota il segretario generale e il presidente della Fnsi, Raffaele Lorusso e Giuseppe Giulietti.

“I due giornalisti, proseguono Lorusso e Giulietti, non possono essere condannati per il semplice fatto di aver svolto il loro dovere di informare i cittadini, così come è immorale il “concorso morale” contestato in questa vicenda dai promotori di giustizia vaticani. Per questo ribadiamo: #assolvetenuzziefittipaldi”.

LA SENTENZA – Arriverà oggi, alla ventunesima udienza del processo iniziato il 24 novembre scorso, la sentenza del Tribunale d’Oltretevere sul caso ‘Vatileaks 2′, la vicenda del passaggio di documenti vaticani finiti su articoli di stampa e in particolare nei due libri ‘Via Crucis’ e ‘Avarizia’ di Gianluigi Nuzzi ed Emiliano Fittipaldi. Un passaggio di documenti le cui responsabilità sono attribuite agli ex componenti della Commissione Cosea sulle finanze della Santa Sede, monsignor Lucio Vallejo Balda e Francesca Immacolata Chaouqui, e al segretario esecutivo Nicola Maio, in quanto membri della presunta “super-commissione ombra” o “segreta” la cui finalità per gli inquirenti vaticani sarebbe stata proprio quella di raccogliere carte riservate e passarle ai giornalisti.