Blitz quotidiano
powered by aruba

Veneto Banca, risparmiatore in filiale con taglierino: “Rivoglio i miei soldi”

MANSUE’ (TREVISO) – Momenti di grande tensione e paura martedì mattina, 21 giugno, alla filiale di Veneto Banca di Mansuè, in provincia di Treviso. Un cliente, un agricoltore di sessant’anni, è entrato in banca e ha chiesto di parlare con il direttore.

Una volta incontratolo ha iniziato a discutere animatamente con lui riguardo ai soldi investiti e persi. Ad un certo punto l’uomo ha anche tirato fuori un taglierino dalla tasca e ha minacciato il direttore per riavere il suo denaro. Nel frattempo, però, qualcuno ha chiamato i carabinieri. Solo l’arrivo dei militari ha messo fine alla lite. Adesso, però, la posizione dell’uomo dovrà essere valutata dagli investigatori. Nei suoi confronti, infatti, potrebbe scattare una denuncia per minacce.

L’agricoltore non è certo, purtroppo, l’unico risparmiatore/investitore ad aver perso i propri soldi nell’istituto veneto. Nel giro di un anno il valore delle azioni dell’istituto è passato da quasi 40 euro ad un range che va da 0,1 a 0,5 euro. Da tempo gli ottantamila piccoli azionisti che hanno perso tutto fanno la fila davanti agli sportelli della associazioni di tutela dei consumatori per chiedere assistenza o un consiglio, anche se in generale sembra esserci la convinzione che bisognerà attendere gli esiti per capire cosa fare.

Le speranze continuano ad essere riposte esclusivamente sugli esiti del tavolo di conciliazione verso il quale la banca di Montebelluna si è resa disponibile e rispetto al quale è prevista una seconda riunione a livello nazionale entro giugno.

 


PER SAPERNE DI PIU'