Cronaca Italia

Venezia, la fidanzata beve, lui si arrabbia e la prende a calci e pugni

Venezia, la fidanzata beve, lui si arrabbia e la prende a calci e pugni

Venezia, la fidanzata beve, lui si arrabbia e la prende a calci e pugni

VENEZIA – La fidanzata beve qualche bicchiere di troppo, lui si arrabbia e la prende a calci e pugni. Per fortuna, però, diverse persone sentono le grida della donna e chiamano aiuto. E’ accaduto a Venezia, la sera di domenica 23 aprile.

La coppia, una ragazza polacca di 23 anni residente a Siracusa ed un giovane peruviano di 26 anni, quella sera erano stati fuori a cena. La ragazza, scrive il Gazzettino, aveva bevuto qualche bicchiere di troppo, e la cosa aveva infastidito il compagno, che aveva deciso di rientrare a casa da solo.

Quando la fidanzata l’ha raggiunto, il giovane l’ha afferrata per i capelli e l’ha scaraventata a terra, prendendola a calci e schiaffi.

San raffaele

Per fortuna le urla della ragazza hanno attirato l’attenzione dei vicini di casa, che hanno subito chiamato il 112 e il 113: “C’è una donna che urla, il fidanzato la sta massacrando di botte”, hanno detto.

Così, spiega il Gazzettino,

Gli agenti, una volta sul posto, calmano gli animi e portano la ragazza in pronto soccorso. Qui, alla 23enne vengono diagnosticati sette giorni di prognosi. Ma non è tutto qui: dagli esami è emerso, infatti, che a parte le lievi lesioni riportate la sera del litigio, la ragazza aveva delle fratture risalenti a una quindicina di giorni prima, al setto nasale e alle gambe. Segni, secondo il personale sanitario, che potevano significare che la 23enne polacca aveva subito violenze famigliari anche in precedenza. La ragazza è stata trattenuta in pronto soccorso fino a ieri, giorno in cui ha ripreso il treno per la Sicilia. Poiché la prognosi è inferiore a 40 giorni, spetterà a lei decidere se denunciare il compagno.

To Top