Cronaca Italia

Venezia, sciame di 30 mila api sulla Basilica di San Marco

Venezia, sciame di 30 mila api sulla Basilica di San Marco

Venezia, sciame di 30 mila api sulla Basilica di San Marco

VENEZIA – Uno sciame di circa 30 mila api sulla facciata della Basilica di San Marco, a Venezia. A lanciare l’allarme, nel primo pomeriggio di ieri, 20 maggio, sono stati i custodi della Basilica che, da un momento all’altro, hanno visto arrivare questa nuvola di api che ha deciso di fare una sosta nel cuore della città.

Come racconta La Nuova Venezia, i custodi della chiesa hanno cercato aiuto nei vigili del fuoco che a loro volta – come succede sempre in questi casi – si sono rivolti a un apicoltore, il più vicino possibile, per chiedergli di intervenire. Per raggiungere le api l’apicoltore è salito su una scala e, con un lungo tubo e un piccolo aspiratore, ha catturato le circa 30 mila api. Turisti e residenti nel frattempo erano stati allontanati a misura di sicurezza.

Stesso episodio a Siena. I vigili del fuoco venerdì 19 maggio dalle 9 alle 18 sono intervenuti per ben cinque volte dopo le segnalazioni arrivate alla sala operativa. Sciami di api che si sono fermati ai giardini della Lizza, in via del Vecchietta e in via XXIV Maggio rendendo necessario l’intervento di un apicoltore.

La sciamatura è tipica di questo periodo dell’anno, ed è il modo in cui si riproducono le famiglie di api: la nuova colonia si forma quando la vecchia ape regina lascia la nuova ape regina con la famiglia d’origine e se ne va a spasso con un bel gruppo – tra le 30 e le 50 mila – di api operaie, alla ricerca di una nuova casa.

To Top