Cronaca Italia

Venezia, ubriachi spaccano vetri di case e negozi: arrestati

Venezia, ubriachi spaccano vetri di case e negozi: arrestati

Venezia

VENEZIA – Ubriachi, hanno danneggiato dei negozi e delle case lungo la fondamenta Rivalonga di Venezia, colpendo con calci e pugni le entrate e le finestre. Ma sono stati identificati e arrestati. Si tratta, ci informa il Gazzettino, di Alessandro Ceccon e Alan Sandei, fermati con l’accusa di resistenza e danneggiamento aggravato.

I carabinieri erano stati inviati d’urgenza a Murano: qui era stata segnalata la presenza dei due uomini che, scrive il Gazzettino,

“ubriachi avevano sfondato la porta di un panificio e stavano prendevano a calci e pugni le entrate e le finestre di negozi e abitazioni lungo la fondamenta Rivalonga”.

I due uomini, Ceccon e Sandei, sono stati rintracciati dai carabinieri

“proprio in prossimità dei luoghi dove erano stati segnalati i vandali. Alla richiesta dei documenti e dei motivi del loro comportamento, i due, completamente in preda agli effetti dell’alcool, hanno reagito con violenza contro i militari, insultandoli e sferrando loro dei colpi. Sono stati ammanettati e accompagnati in caserma a San Zaccaria.

Formalizzate le querele delle persone offese e di coloro che avevano subito i danneggiamenti, si è tenuta l’udienza di convalida dinanzi al gip, che ha convalidato gli arresti e rinviato il procedimento all’udienza che si terrà a metà gennaio”.

To Top