Blitz quotidiano
powered by aruba

Verona, Tosi mette lo stop a nuovi kebab in centro

VERONA – Giro di vite dell’amministrazione comunale di Verona all’apertura dei kebab e altri negozi di cibo etnico in città. Il sindaco, Flavio Tosi, e gli asri alle attività economiche, Marco Ambrosini, e all’urbanistica, Gian Arnaldo Caleffi, hanno presentato la delibera approvata dal consiglio comunale che vieta in centro storico l’apertura di nuove attività artigianali “per la produzione e la vendita di cibi etnici”.

La delibera è stata integrata con un emendamento, che contingenta all’interno del centro l’apertura di nuovi locali che svolgano almeno per il 50% attività di friggitoria. L’emendamento, che è già in vigore, tornerà all’esame dell’aula per l’approvazione finale, decorsi i 60 giorni necessari per la pubblicazione e le eventuali osservazioni dei cittadini. “Grazie a questo provvedimento – ha detto Tosi – non sono ammesse aperture ex novo di attività artigianali del settore alimentare che producano e vendano cibi la cui preparazione possa incidere sul decoro della città, questo a tutela non solo del patrimonio storico ed architettonico del centro ma anche della tradizione e della tipicità culturale del territorio veronese”. “Di fatto – ha aggiunto Ambrosini – in centro storico non sarà più possibile aprire attività d’asporto di cibi etnici, riferibili alla cultura orientale e medio orientale (kebab, gyros), ed esercizi che vendano prodotti fritti in via esclusiva o prevalente”.