Blitz quotidiano
powered by aruba

Veronica Panarello, avvocato Stival: “Sentenza riunirà Davide e Andrea”

RAGUSA – “Questa sentenza potrà dare una possibilità alla famiglia di riunirsi”. Lo ha affermato Francesco Biazzo, legale di Andrea Stival, entrando nel Palazzo di Giustizia di Ragusa per il processo  sulla morte del piccolo Andrea Loris, riferendosi ai contrasti tra il suo assistito e suo figlio Davide Stival. Nel processo, che è alle battute finali, la mamma di Andrea Loris Stival, Veronica Panarello, è accusata di omicidio e rischia l’ergastolo.

“E’ ‘commosso’ per quest’ultimo giorno – aggiunge il penalista accanto al suo assistito che non vuole parlare con i giornalisti – e vuole soltanto giustizia e pace per suo nipote”. Davide Stival è indagato, in un’altra inchiesta, per concorso nell’omicidio del bambino dopo che Veronica Panarello lo ha accusato di avere ucciso lui Loris perché aveva scoperto che erano amanti.

Accusa negata dall’uomo, che nel processo che vede imputata per l’omicidio la sola Panarello è invece parte civile. “Ci aspettiamo che questo fascicolo aperto come atto dovuto – osserva l’avvocato Biazzo – venga chiuso al più presto per l’assoluta falsità delle accuse. Dal processo ci aspettiamo una sentenza che faccia giustizia, quindi una condanna”.

L’avvocato dell’altro Stival, invece, entrando in aula spiega: “Davide è in ansia, ma sa che è stato fatto un lavoro rigoroso. Non abbiamo posizioni da difendere, né dita da puntare: accettiamo qualsiasi sentenza non temiamo la verità, perché abbiamo fiducia in questo giudice e nella magistratura”.