Blitz quotidiano
powered by aruba

Veronica Panarello, Cronaca Vera: “Spuntano altri uomini…”

RAGUSA – Come scrive il settimanale Cronaca vera “spuntano altri uomini” nella vita di Veronica Panarello, accusata e in carcere per l’omicidio del figlio, il piccolo Loris. Dopo le accuse di Veronica Panarello al suocero, una parente della donna avrebbe rivelato agli inquirenti, come scrive il settimanale, una relazione sentimentale della donna con il cognato. 

Scrive Giuliano Rotondi: “Dunque, il piccolo Loris avrebbe potuto avere sentore di un eventuale tradimento della mamma con un terzo o un quarto uomo (quest’ultimo potrebbe essere un operaio di 35 anni non parente della donna, che lavora a Catania, ma che all’epoca dei fatti si sarebbe trovato nel capoluogo etneo negli orari in cui si sarebbe consumato il delitto) e stando così le cose ne avrebbe potuto riferire i particolari al padre. In un modo o nell’altro, la Panarello si starebbe arrampicando sugli specchi e la richiesta di sottoporre la donna a una risonanza magnetica sarebbe completamente inutile, sia sotto il profilo scientifico, sia sotto quello puramente giudiziario. Se la testimone ascoltata dagli investigatori riferisse una verità provata anche le sue affermazioni su Andrea Stival andrebbero per lo meno riconsiderate”.

Il fratello di Davide Stival, zio di Loris, non ha lasciato alcuna dichiarazione, scrive ancora il settimanale, ma a Santa Croce le indiscrezioni hanno ormai squarciato il pesante velo di omertà dei mesi scorsi. Intanto diversi il suocero di Veronica Panarello, Andrea Stival, è stato ulteriormente scagionato da un’altra teste, una vicina di casa, che ha confermato l’alibi del nonno di Loris in verità già testato dalla procura di Ragusa durante le prime indagini.

Immagine 1 di 9
  • Veronica Panarello
  • Andrea Stival
  • Veronica Panarello e Davide Stival (foto Ansa)
  • La corona di Veronica Panarello
Immagine 1 di 9