Blitz quotidiano
powered by aruba

Veronica Panarello, la presunta gelosia per compagna suocero

ROMA – Diffusi nuovi particolari sull’interrogatorio di Veronica Panarello lo scorso 19 febbraio. La 27enne in carcere con l’accusa di avere ucciso il suo bambino di 8 anni, Loris Stival, nella sua lunga, ennesima, ricostruzione dei fatti sulla mattina dell’omicidio e il periodo che lo precedette, sappiamo che ha chiamato in causa il suocero, Andrea Stival, attribuendogli la responsabilità materiale dell’omicidio.

L’uomo a detta della Panarello sarebbe stato il suo amante. Lui nega, lei insiste nel chiamarlo in correità. Durante il succitato interrogatorio in carcere, Veronica avrebbe parlato anche deidettagli più intimi e scabrosi della sua relazione con il padre di suo marito, e pare fosse molto gelosa di Andreina, compagna di Andrea Stival.

“Ricordo che una delle sere successive al delitto, mio marito mi disse che suo padre Andrea gli aveva riferito che io avevo un segreto. Davide mi chiese se avevo qualcosa da nascondere, ma in quel momento ero davvero confusa e nei giorni successivi non dissi nulla …”, avrebbe raccontato la donna agli inquirenti.

Poi, parlando della compagna del suocero avrebbe ammesso “Ero gelosa di lei”, raccontando che il suocero le confidò di averla conosciuta in una agenzia di viaggi, e poco dopo di averli visti insieme ad una festa mano nella mano. Da allora

“lui continuò a venire a casa con la stessa frequenza, ma i nostri rapporti iniziarono a diradarsi … abbiamo continuato ad avere rapporti ma con minore frequenza”.

Immagine 1 di 10
  • Veronica Panarello, dettagli su Andrea Stival senza censura
  • Andrea Stival
Immagine 1 di 10