Blitz quotidiano
powered by aruba

Veronica Panarello, sorella Antonella: “Mi hanno tolto i figli, sono povera”

ROMA – Veronica Panarello è sotto processo per l’omicidio del figlio, ma anche la sorella Antonella ha qualche guaio: gli assistenti sociali le hanno tolto i figli. Lo dice lei stessa a Fanpage: “C’è chi uccide i figli, a me li hanno tolti per la povertà”. Antonella smentisce quindi di essersi arricchita con interviste tv rilasciate in esclusiva, come invece alcuni avevano ventilato.

Veronica ha sempre accusato la sorella di aver orientato l’opinione pubblica verso la colpevolezza con le sue dichiarazioni: le sorelle non si vedono da oltre un anno.

Mercoledì l’ex marito Davide Stival ha chiesto un risarcimento milionario alla moglie: “Davide ha subito una lenta e progressiva fase di dolore in questi due anni accresciuta anche dalle continue versioni fornite dall’imputata e per questo chiediamo un risarcimento di due milioni di euro a testa per il padre e la nonna”. Così Daniele Scrofani, legale di parte civile di Davide Stival e di sua madre Pinuccia Aprile, durante l’udienza riservata alle parti civili nel processo a Veronica Panarello.

Lei è sbottata in aula quando ha saputo della richiesta. Davide, tramite il suo legale, ha anche avviato la procedura per separarsi legalmente dalla moglie. Il penalista, che ha parlato per un’ora e mezza, non si è soffermato sul possibile movente, spiegando che “non è fondante ai fini del reato”. L’avvocato Scrofani ribadisce che il suo assistito, David Stival “non crede alle nuova tesi di Veronica Panarello”, che ha accusato il suocero, Andrea, di avere ucciso Loris per evitare che il bambino rivelasse una loro presunta relazione.