Cronaca Italia

Vezza d’Oglio, Alessandro Marini muore dopo scoppio bomba della prima guerra mondiale

Vezza d'Oglio, Alessandro Marini muore dopo scoppio bomba della prima guerra mondiale

Vezza d’Oglio, Alessandro Marini muore dopo scoppio bomba della prima guerra mondiale

BRESCIA – Un uomo di 35 anni è morto dopo l’esplosione di una bomba della prima guerra mondiale che stava maneggiando nel garage di una palazzina a Vezza d’Oglio, in provincia di Brescia. La vittima aveva trovato l’ordigno pochi giorni prima, non lontano da casa. Immediati i soccorsi ma per il 35enne non c’è stato nulla da fare.

Alessandro Marini, questo il nome della vittima, era in vacanza con i genitori a Vezza d’Oglio, in un appartamento situato in una palazzina al civico 30 di via Stella. In settimana, come riporta Brescia Today, durante un’escursione in quota ha trovato alcuni resti della Prima Guerra Mondiale, e li ha portati a casa, posizionandoli nel garage. Nel pomeriggio di ieri, intorno alle 18, è entrato probabilmente per visionarli, ed è stato investito da una violenta esplosione.

I vicini di casa di Alessandro in quel momento si trovavano in giardino, ed hanno visto del fumo bianco uscire da garage. Poco dopo dalla stanza è uscito, correndo, anche Alessandro, tenendosi le mani sul petto per cercare di fermare un’emorragia. Il turista è riuscito a recarsi nel suo appartamento, dove è stato trovato all’arrivo dei soccorsi giunti con l’eliambulanza da Sondrio. Il personale medico per una lunghissima ora ha cercato di salvare la vita al 35enne, purtroppo senza riuscirvi.

 

To Top