Cronaca Italia

Viareggio, ordinano poco al ristorante: li cacciano via. “Non ci ripago neanche il coperto”

Viareggio, ordinano poco al ristorante: li cacciano via. "Non ci ripago neanche il coperto"

Viareggio, ordinano poco al ristorante: li cacciano via. “Non ci ripago neanche il coperto”

VIAREGGIO – Cacciati a pedate dal ristorante perché ordinano e spendono troppo poco. Accade a Viareggio, in un locale della Passeggiata, una della vie più belle e suggestive della Versilia. Vittima della sgarbata accoglienza è stata la famiglia di Corrado Guidi, ex sindaco di Bientina, che si era fermato a cena con la moglie e la figlia di 10 anni, dopo una gita a Forte dei Marmi.

Hanno ordinato solo una pizza e una insalata di mare e li hanno invitati a lasciare il tavolo. Così, ha detto loro il titolare, “non ripago neppure l’apparecchiatura”. L’ex primo cittadino ha quindi pensato di rendere pubblica su Facebook la vicenda e di renderne edotto il sindaco di Viareggio, Giorgio Del Ghingaro, che è stato recentemente vittima di una simile disavventura: “Caro Giorgio –  gli ha scritto – amico mio ed ex collega, Viareggio grazie a questi individui senza arte né parte va sempre più giù, ormai in una ineluttabile deriva, rispetto ad altri luoghi che ormai offrono altro”.

Al quotidiano Il Tirreno Corrado Guidi, ha poi raccontato: “Dico subito che non ho prenotato e mi indicano un tavolo da due, vicino alla porta. Va bene, lo capisco, ci aggiustiamo”. Poi però è arrivato il padrone “maleducato e con fare minaccioso ci butta fuori perché consumiamo poco. Quando siamo usciti ci è venuto dietro, gridando. Mia madre aveva una trattoria e se quel ristoratore mi avesse preso da parte e mi avesse spiegato la sua posizione, avrei capito. Invece è venuto al tavolo a dirci “andate via, ma che ordine è, non ci riprendo neanche l’apparecchiatura…Che poi era una tovaglia di carta. Gli ho chiesto di non gridare…ma niente da fare”.

 

Il sindaco Del Ghingaro ha quindi risposto al collega: “Mi dispiace davvero. Stiamo lavorando a testa bassa per ridare dignità alla città. Ma sull’educazione il lavoro è ancora più duro”. E lo ha poi invitato a tornare nella sua città: “Viareggio è bella e accogliente. Te lo garantisco”.

L’indomani mattina però a Viareggio è scattata la caccia al ristorante cafonal. Gli stessi ristoratori hanno chiesto che fossero fatti nomi e cognomi dei responsabili perché “la vicenda rischia di infangare tutti i ristoranti della Passeggiata”.

I sospetti, scrive il Tirreno, si sono concentrati sul Sa Playa, ristorante-pizzeria tra i più frequentati per la frenetica turnazione di tavoli e i prezzi contenuti. “Io non c’ero – ha alzato le mani il titolare, Marco Fantoni –  Può darsi che l’incidente sia accaduto con qualcuno del personale, ma non mi hanno detto niente. Se c’è stato un disguido non ne sono al corrente”.

 

To Top