Blitz quotidiano
powered by aruba

Victor Ciuffa, decano giornalista, è morto: fu al Corriere della Sera, dirigeva Specchio Economico

ROMA – Victor Ciuffa, decano dei giornalisti italiani, è morto a Roma aveva 84 anni. Era “il corrierista”, per antonomasia ultimo testimone e cronista della Dolce Vita e da 34 anni direttore ed editore del mensile di attualità Specchio Economico. Era nato Montecompatri nel 1932. I funerali si svolgeranno la mattina di lunedì 25 luglio a Roma e poi nella sua città di origine.

Fondatore, editore e direttore del mensile di economia, politica e attualità “Specchio Economico”, Victor Ciuffa è stato redattore, articolista, inviato speciale in Italia e all’estero e caporedattore del Corriere della Sera, del quale è un recordman avendovi lavorato, spaziando in tutti i settori del giornalismo, per ben 36 anni, e avendone diretto anche una redazione romana.

Ha realizzato reportages, scoop ed esclusive mondiali nell’allora Unione Sovietica, in vari Paesi d’Oltrecortina e nel Congo durante la guerra del Katanga.

Laureato in Giurisprudenza e in Scienze politiche, per la Rai ha redatto per tre anni il Giornale-radio del III Programma. Ha svolto un’intensa attività pubblicistica e ha pubblicato, tra l’altro, i quattro volumi “L’Italia allo Specchio”, raccogliendovi gli editoriali scritti tra il 1982 e il 2004. Ha costituito inoltre la casa editrice Ciuffa Editore.