Blitz quotidiano
powered by aruba

VIDEO 59mila euro di acquisti con carte clonate, arrestata

MILANO – Una ragazza inglese di 31 anni è stata arrestata con l’accusa di aver clonato diverse carte di credito con cui ha potuto effettuare degli acquisti di lusso per 59mila dollari.

La giovane è alta 1,80, indossava abiti eleganti con completo nero e décolleté rosso. La donna è stata arrestata dalla polizia locale di Milano in Galleria Vittorio Emanuele II: K.A.J, al momento del fermo era appena uscita da una boutique dove aveva comprato diverse borse per un valore di circa 9 mila dollari utilizzando una carta di credito.

Ad averla fermata in origine solo per un accertamento è stata l’Unità antiabusivismo della Polizia locale. La giovane ha insospettito gli agenti in quanto si è mostrata subito molto nervosa. Gli agenti hanno deciso di compiere alcune verifiche sulla carta di credito che aveva utilizzato ed hanno accertato che era stata clonata e il numero identificativo faceva riferimento al vero proprietario, un signore belga. A questo punto sono seguiti altri controlli e si è scoperto che la giovane aveva nel portafogli bel 11 carte di credito, intestate a lei e ad altre persone. Quattro di queste appartenevano ad altrettanti signori, tutti belgi, ed erano state utilizzate per numerosi acquisti nel quadrilatero della moda: abiti, orologi e accessori griffati.

Come scrive Il Giorno

“Durante gli accertamenti il telefono di K.A.J. continuava a suonare ed è stato controllato dagli inquirenti che vi hanno trovato le schermate di tre carte d’imbarco per un aereo in partenza da lì a un paio d’ore da Malpensa per Londra. Due biglietti erano intestati alle stesse persone risultate intestatarie di alcune carte di credito in pos della donna. In collaborazione con la Polizia aeroportuale è stata diramata immediatamente una segnalazione a Malpensa per bloccare i presunti complici della donna ma, evidentemente insospettiti dalle chiamate non risposte, nessuno si è presentato alla partenza. La donna è stata arrestata per frode in concorso con alcuni complici che sono rimasti ignoti (…)”.

Video Repubblica Tv


TAG: ,