Blitz quotidiano
powered by aruba

Video intimo per il fidanzatino finisce in chat whatsapp. E tutto il paese lo vede

PADOVA – Il fidanzatino di 15 anni la sfida e le chiede di girare un filmino intimo per lui, come regalo. Lei lo fa e poi il video, di passaggio in passaggio attraverso chat su WhatsApp, viene visto da quasi tutti gli adolescenti del paese. Che adesso sono accusati di grafia minorile. 

E’ la storia di una ragazzina di 15 anni di un piccolo Comune della provincia di Padova, anche se il suo caso sicuramente non è l’unico, purtroppo.

Come spiega Luca Ingegneri sul Gazzettino, tutto era iniziato per gioco nel novembre del 2013. Il fidanzatino le aveva chiesto di improvvisare uno spogliarello davanti alla videocamera dello smartphone. Lei l’ha fatto, gli ha inviato il video su WhatsApp, lui l’ha girato ad un amico che l’ha condiviso su una chat comune, sempre su WhatsApp, e da qui qualcuno l’ha condiviso su altre chat finché il filmino è stato visto da moltissimi adolescenti del paese. E adesso quattro ragazzini, che all’epoca dei fatti avevano 14 e 15 anni, sono chiamati a rispondere dell’accusa di grafia minorile davanti al giudice dell’udienza preliminare presso il Tribunale dei Minorenni.

Gli investigatori della Procura minorile di Venezia, grazie alla denuncia di uno dei ragazzini, sono riusciti a risalire a colui che aveva girato sulla chat quel filmino. E se in quattro rischiano il processo, è andata meglio a due di loro, che all’epoca dei fatti non avevano ancora 14 anni e che quindi non possono essere oggetto di azione penale.

La protagonista del video era all’oscuro di tutto: quando i carabinieri la informano lei cade dalle nuvole, spiega il Gazzettino, ma ammette di aver registrato consapevolmente quelle immagini, anche se mai avrebbe immaginato che il suo spogliarello fatto come regalo al fidanzatino sarebbe stato visto da tutti gli adolescenti del paese.


TAG:

PER SAPERNE DI PIU'