Blitz quotidiano
powered by aruba

VIDEO Marzia Lachello: “Defilippi non mi ha truffato”

IVREA – Marzia Lachello nega di essere stata truffata da Gabriele Defilippi. La Lachello è l’insegnante della scuola più piccola d’Italia, quella di Ceresole, ed è stata recentemente anche ospite al Festival di Sanremo. Gabriele Defilippi è invece l’ex studente in carcere per l’omicidio di Gloria Rosboch, la professoressa di Ivrea che si sarebbe innamorata di lui.

Lachello ha rilasciato un’intervista al Corriere della Sera in cui nega di essere stata truffata ed anche di essere stata la professoressa di sostegno del fratello: “L’ho conosciuto nell’anno scolastico 2012-2013. Non ero la maestra di sostegno del fratellino. Ero insegnante di sostegno nella stessa classe ma di un altro alunno. Siamo diventati amici perché il paese è piccolo ed è facile entrare in contatto”.

Marzia Lachello spiega il suo rapporto con l’indagato dell’omicidio di Gloria Rosboch. Defilippi gli era apparso come un ragazzo di 18 anni con qualche difficoltà che aveva solo bisogno di parlare. Per l’insegnante era un ragazzo come altri e non le ha mai parlato di truffe. La Lachello nega anche di essere venuta a conoscenza della sua omosessualità: “Sono passati tre anni non so se mi abbia detto qualcosa” aggiunge l’insegnante di Ceresole che conclude: “Io non sono mai stata truffata da lui, né per la macchina ne per i tremila euro”.

Sul coinvolgimento di Marzia Lachello, La Stampa ricostruisce quanto accaduto in un articolo di ieri, 22 febbraio:

“Due giorni prima dell’arresto, Gabriele legge sul web le prime indiscrezioni sulla sua relazione con Marzia, comprese le ipotesi di truffa e di furto della sua auto e le scrive su whatsapp. Il tono è mieloso, questa volta interpreta il perseguitato: «Scusami se ti disturbo, leggo dai giornali che ti avrei preso migliaia di euro e pure l’auto. Mi spiace che tu venga coinvolta in questa storia orribile. Io sono da tre settimane su quattro canali nazionali tv e su tutti i media, mi stanno massacrando». Marzia gli risponde semplicemente che è vero: tra loro non ci sono state truffe né furti. Si duole che vengano diffuse notizie false e che la sua immagine rischia di essere compromessa. Stop.