Blitz quotidiano
powered by aruba

VIDEO Terremoto, telefonate al 113: “Aiuto, la famiglia è rimasta sotto”

ROMA – “C’è stato un forte terremoto, aiuto”. “Qui crolla tutto”. “Un macello, siamo disperati, c’è gente sotto”. “C’ho tutta la famiglia sotto, aiutateci vi prego”. Sono le voci del terremoto, quelle registrate dal 113 e dagli altri numeri di emergenza che dalle 3,36 del 24 agosto hanno ricevuto le richieste di aiuto. C’è chi chiama perché ha visto tremare casa, ma c’è anche chi urla disperato: la casa è crollata e la famiglia è rimasta sotto.

E intanto, il 25 agosto, una nuova forte scossa di terremoto è stata avvertita nell’area del cratere del terremoto del 24 agosto in Lazio e Marche. La nuova scossa di terremoto ad Amatrice ha provocato alcuni crolli in edifici già danneggiati. Ambulanze si sono dirette verso la zona rossa. La nuova scossa è di magnitudo 4,3. Lo rende noto l’Istituto Nazionale di Geofisica e Vulcanologia (Ingv). E’ avvenuta alle 14:36 proprio nel margine meridionale della faglia all’origine del terremoto principale del 24 agosto. La nuova scossa di terremoto è stata avvertita anche ad Accumoli, nella tendopoli nel campo sportivo del paese dove si trovano una novantina di sfollati. La terra ha tremato per alcuni secondi, come già accaduto ripetute volte dopo il sisma 6.0 Richter di due notti fa. Sotto il grande tendone della mensa della tendopoli della Protezione civile del Lazio erano rimasti molti operatori e qualche decina di sopravvissuti, che hanno accolto la scossa con espressioni di sorpresa ed esasperazione.


TAG: