Blitz quotidiano
powered by aruba

VIDEO YOUTUBE Clochard fa bolle sapone e lui lo innaffia

LUCCA – Il clochard Boris si esibisce per i bambini facendo delle bolle di sapone giganti in una strada di Viareggio, in provincia di Lucca. La sua attività però infastidisce un commerciante, che prima gli chiede di allontanarsi, poi lo minaccia e infine lo scaccia dal marciapiede innaffiandolo con l’acqua proveniente da un tubo. Una scena che è stata ripresa dai presenti e il cui video è finito su YouTube, dove ha suscitato commenti di indignazione. Alcuni cittadini di Viareggio hanno poi organizzato una manifestazione di solidarietà al clochard Boris.

Sulla vicenda è intervenuto anche il Comune e, alla fine, il negoziante si è scusato per il suo gesto. L’uomo, irritato dalla presenza di Boris, un ex medico di origine russa che guadagna un po’ di soldi facendo spettacoli con le bolle di sapone in strada per i bambini, prima ha annaffiato lo spazio intorno all’uomo e poi lo ha bagnato, ‘aiutato’ da un commesso del negozio.

La scena è stata filmata da un cittadino che ha poi postato su Facebook il video che in pochi minuti è stato condiviso da molti ed ha generato solidarietà nei confronti dell’anziano. Non sono mancate parole dure nei confronti del commerciante. Sul posto è intervenuta anche la polizia e gli agenti hanno ascoltato le versioni di negoziante e ex medico.

“Abbiamo sbagliato, siamo intenzionati a chiedere scusa e a chiudere questa vicenda davvero brutta”,

ha spiegato il commerciante che questa mattina è stato ricevuto dal sindaco di Viareggio Giorgio Del Ghingaro che, in Consiglio comunale, aveva annunciato l’intenzione di incontrare sia lui che l’uomo ‘delle bolle’.

“La situazione è scappata di mano e sono volate parole forti – ha continuato -. Siamo sicuramente pronti a rinnovare le nostre scuse private a Boris e pubbliche alla città per le immagini che stanno circolando sui social e sui giornali. Questi non siamo noi, questa non è Viareggio”.

Intanto il Consiglio comunale viareggino aveva già espresso sdegno per quanto accaduto annunciando la propria partecipazione alla manifestazione spontanea in sostegno dell’artista di strada, in programma per domenica 24 aprile alle ore 16.

“Sono convinto che le scuse a Boris, che è stato pubblicamente umiliato e offeso – ha detto il sindaco Giorgio Del Ghingaro – debbano essere pubbliche. Io stesso mi faccio portavoce delle scuse da parte di tutta la città”.

Immagine 1 di 5
  • VIDEO YOUTUBE Clochard fa bolle sapone e lui lo innaffia
Immagine 1 di 5




PER SAPERNE DI PIU'