Cronaca Italia

Vidracco (Torino), cade in bicicletta per un dosso e resta invalido: sindaco a processo

Vidracco (Torino), cade in bicicletta per un dosso e resta invalido: sindaco a processo

Vidracco (Torino), cade in bicicletta per un dosso e resta invalido: sindaco a processo

VIDRACCO (TORINO) – Andando in bicicletta era caduto a causa dei dossi anti-velocità messi sulla strada secondaria tra Vidracco e Baldissero, in provincia di Torino, e da allora è rimasto invalido: adesso, tre anni dopo quei fatti, sindaco, assessore e tecnico comunale andranno a processo.

L’incidente, racconta la Sentinella del Canavese, risale al 24 novembre del 2014. Quel giorno un signore di 70 anni stava percorrendo in sella alla propria bicicletta la strada secondaria che collega Vidracco a Baldissero, quando cadde a causa dei dissuasori mobili, poi rimossi, messi sulla strada.

Dopo l’incidente l’uomo entrò in coma e così restò per tre mesi. Quando si svegliò si ritrovo invalido all’85 per cento.

I familiari dell’uomo hanno presentato querela contro il Comune di Vidracco: il 6 giugno compariranno davanti al giudice il sindaco, Antonio Bernini, l’assessore ai Lavori pubblici, Silvio Palombo, il tecnico comunale Laura Zimoli e Maurilio Carlevato, titolare dell’impresa che aveva posizionato i dossi.

Scrive il Quotidiano del Canavese: 

Secondo la denuncia il 70enne di Volpiano, che era in gruppo insieme ad altri ciclisti, cadde a causa di un dosso realizzato in una posizione estremamente pericolosa. L’urto fu violento e il ciclista, sbalzato sull’asfalto, finì in coma a causa delle ferite subite al capo e ora, trascorsi quasi tre anni dall’incidente, deve lottare con un’invalidità permanente dell’85%. Secondo l’accusa (…) la delibera del Comune non è stata rispettata perché, allora, vennero realizzati più dossi di quelli previsti dal progetto. Uno di questi, oltretutto, era anche pericoloso.

 

To Top