Cronaca Italia

Virginia Raggi contro chi rovista nei rifiuti: in arrivo divieti e multe a Roma

Virginia Raggi contro chi rovista nei rifiuti: in arrivo divieti e multe a Roma

Virginia Raggi contro chi rovista nei rifiuti: in arrivo divieti e multe a Roma

ROMA – Divieto di rovistare nei cassonetti dei rifiuti a Roma. Il sindaco M5s Virginia Raggi ha annunciato nuovi divieti e pesanti multe per chi sarà sorpreso a rovistare tra i rifiuti, mentre fino ad oggi si potevano multare solo coloro che abbandonano l’immondizia per strada.

Il piano dei rifiuti è stato messo a punto dall’assessore di Roma Pinuccia Montanari e ad annunciare il nuovo regolamento è stato il sindaco Raggi, che ha sottolineato come fosse ormai giunto il tempo di aggiornare le norme, scrive il Corriere della Sera:

“La prima cittadina è intervenuta sulla materia in risposta a un’interrogazione in Aula Giulio Cesare. «Ci stiamo muovendo a livello regolamentare per disciplinare una fattispecie oggi non prevista – ha aggiunto l’inquilina di Palazzo Senatorio – . Il rovistaggio dei rifiuti non è contemplato dal vigente regolamento comunale per la gestione dei rifiuti urbani ed è possibile perseguire la condotta di chi commette l’abuso solo se tale attività sia poi seguita da un concreto abbandono dei rifiuti sul suolo pubblico. Questa assenza è estremamente deprecabile. Ci siamo trovati ad applicare un regolamento che nessuno aveva pensato mai di aggiornare fino ad oggi. Lo stiamo facendo»”.

Uno dei problemi secondo la Raggi è costituito anche dal fatto che la raccolta differenziata non sia ancora diffusa in tutta Roma, con la presenza di cassonetti che aumenta la frequenza del fenomeno:

“«c’è da dire che il fatto che la differenziata non sia ancora stata estesa in modo capillare e quindi ci troviamo dei cassonetti stradali, favorisce questa tipologia di attività. Ovviamente l’amministrazione sta ponendo in essere un nuovo piano rifiuti con delle azioni che peraltro sono già state avviate, ad esempio abbiamo aumentato la raccolta porta a porta per le utenze non domestiche che prima non era prevista ed entro novembre di quest’anno verrà estesa a tutte le utenze non domestiche della città». La prima cittadina ha anche sottolineato l’impegno delle forze dell’ordine per contrastare i mercatini abusivi, nei quali spesso si vende materiale recuperato dai cassonetti o di dubbia provenienza. «È evidente che i blitz non servono – ha ammesso Raggi – se non sono seguiti da attività collaterali, come il presidio della zona e il fatto di risalire alla filiera del commercio abusivo».

To Top