Blitz quotidiano
powered by aruba

Virginia Raggi, scuola del figlio chiusa per… topi

ROMA – Due giorni di vacanza forzata per il figlio del sindaco di Roma Virginia Raggi. Vacanza causata dai topi che infestano la scuola che frequenta, il plesso Pablo Neruda di via Casal del Marmo.

I topi, racconta su Il Messaggero Michele Galvani, “ballano” nella scuola da almeno un mese. E a vederli sono stati i bambini che, non senza divertirsi, hanno raccontato ai genitori di topi che fanno capolino dalle librerie.

I bimbi l’hanno presa a ridere, i genitori decisamente meno. E così è partita la circolare che ha comunicato la chiusura della scuola per la inevitabile derattizzazione. Le lezioni, ha scritto il dirigente scolastico Brunella Martucci, riprenderanno martedì 15 novembre.

Ma come ricorda Galvani quello della scuola Neruda non è purtroppo il primo caso:

Non è la prima e non sarà l’ultima scuola romana a chiudere per l’emergenza topi: proprio la Raggi, dopo aver visto il video di un gruppo di bambini alla presa con la conta dei topi a Tor Bella Monaca, si era recata nella periferia per un sopralluogo. «Ripuliremo Roma, vinceremo l’inciviltà: ci stiamo preparando per l’emergenza topi, per quella serpenti, ma vorrei evitare di parlare di emergenze e capire quali sono i problemi ed affrontarli in maniera organica. Siamo arrivati a questo stato di degrado perché finora ci sono stati solo interventi spot», aveva tuonato assicurando anche controlli e multe per chi avesse sporcato la città. Eppure il problema è rimasto.

Almeno i topi non fanno distinzione di “casta”. Sono nelle scuole di periferia come Tor Bella Monaca, mordono persone in centro (a Trastevere) e abitano persino nelle scuole del quartiere Ottavia, dove vive il sindaco di Roma Virginia Raggi.