Blitz quotidiano
powered by aruba

Virus Zika, un caso a Portogruaro (Venezia): è già guarito

VENEZIA – Un caso di virus Zika è stato riscontrato nella zona di Portogruaro, in provincia di Venezia. La persona contagiata è un uomo di 41 anni, rientrato già da qualche tempo dalla Repubblica Dominicana. Sottoposto a cure medice, sta bene ed è tornato a casa.

Una nota dell’Ulss 10 del Veneto Orientale informa che il paziente è stato ricoverato nel reparto di malattie infettive all‘ospedale di Mestre dal quale, in seguito alla somministrazione delle adeguate terapie, è stato dimesso. Da subito i sanitari hanno eseguito un’indagine epidemiologica per tracciare i dettagli sull’importazione della malattia.

Il paziente, rientrato da una vacanza lo scorso 19 febbraio, ha cominciato ad accusare i sintomi dopo alcuni giorni. Lamentava dolori alle articolazioni, dolori muscolari e manifestazioni cutanee: il 27 febbraio si è rivolto al pronto soccorso di Portogruaro da dove è stato inviato all’ospedale dell’Angelo di Mestre per la diagnosi che ha confermato la presenza del virus.

Il contagio con l’infezione da virus Zika, collegato a numerosi casi di microcefalia fetale in nati da donne infette, avviene in via primaria attraverso la puntura della zanzara del genere Aedes Egypti, ma casi eccezionali di trasmissione per via sono stati già riportati lo scorso febbraio negli Stati Uniti e in Francia. Un caso di contagio via è stato confermato anche in Italia, con uno studio retrospettivo dell’Istituto superiore di sanità, e si riferisce all’estate-autunno del 2014.

E’ accaduto a Firenze, ad una coppia in cui il marito, dopo un viaggio in Thailandia contagiò la donna che, venti giorni dopo il ritorno a casa dell’uomo manifestò i sintomi tipici della febbre Denque. Ma si trattava di Zika, trasmesso, appunto, attraverso un rapporto .


TAG: ,