Cronaca Italia

Yaisy Bonilla ucciso, fermato Anthony Aiello: ha confessato il delitto di Brescia

Yaisy Bonilla ucciso, fermato il killer che lo ha accoltellato in discoteca a Brescia

Yaisy Bonilla ucciso, fermato il killer che lo ha accoltellato in discoteca a Brescia

BRESCIA – Italiano, 23 anni e con piccoli precedenti penali. Anthony Aiello è stato fermato per l’omicidio di Yaisy Bonilla all’esterno di una discoteca dopo aver confessato.  I due non si conoscevano e non è ancora chiaro il motivo per cui all’alba del 2 aprile il killer abbia estratto il coltello e si sia accanito contro il giovane colombiano, morto dopo poche ore in ospedale a Brescia.

Aniello vive in provincia di Brescia con i genitori e avrebbe trascorso la notte al Disco Volante e all’uscita ha colpito con una coltellata Yaisy Bonilla, morto 12 ore dopo in ospedale. Le condizioni del giovane colombiano ferito erano apparse da subito gravissime. La fidanzata è sotto choc, ma racconta di una lite nata all’interno del locale e poi degenerata fuori, dove l’assassino ha sferrato le coltellate che si sono poi rivelate fatali.

Il giovane di 23 anni è stato ascoltato a lungo dagli investigatori e dagli inquirenti e alla fine ha confessato di aver accoltellato la vittima alle 5.45 del 2 aprile davanti alla discoteca Disco Volante di Brescia. Il delitto sarebbe nato per futili motivi, molto probabilmente da un apprezzamento del killer alla fidanzata di Bonilla.

Secondo la ricostruzione della Procura e della Squadra Mobile, dopo un diverbio fra i due, il colombiano ha colpito con un pugno al volto il giovane fermate che, dopo essersi allontanato, è ritornato e ha sferrato una coltellata all’addome della vittima. Il giovane ha trascorso la notte scorsa in ospedale piantonato a causa di una ferita al naso causata dal pugno ricevuto e stamani è stato trasferito in carcere.

To Top