Cronaca Italia

Massimo Giuseppe Bossetti ai funerali (blindati) del padre

Massimo Giuseppe Bossetti ai funerali (blindati) del padre

Massimo Giuseppe Bossetti ai funerali (blindati) del padre

MILANO – Si svolgeranno in forma strettamente privata domani i funerali di Giovanni Bossetti, padre di Massimo, imputato per l’omicidio di Yara Gambirasio. Ma lui, il figlio in carcere e sotto processo, ci sarà. Lo comunica l’avvocato dei famigliari del muratore, Benedetto Maria Bonomo in un comunicato.

“La famiglia Bossetti – scrive il legale – rende noto, che i funerali per la scomparsa dell’amato marito e padre verranno celebrati in forma strettamente privata. Si chiede pertanto, a tutti, il massimo rispetto di questa volontà”.

Ieri 27 dicembre Bossetti ha ricevuto dai magistrati l’autorizzazione a presenziare al rito funebre. Per evitare problemi di ordine pubblico la questura di Bergamo ha già organizzato le misure di sicurezza. Bossetti raggiungerà Terno d’Isola, assisterà alle esequie e quindi verrà nuovamente condotto in cella.

Non è comunque la prima volta che Massimo Giuseppe Bossetti lascia il carcere. Questo nonostante i giudici, nei giorni immediatamente precedenti al Natale avessero ribadito il loro no alle richieste di liberazione giudicandolo ancora pericoloso e potenzialmente in grado di uccidere di nuovo. Nell’ultimo mese Massimo Bossetti ha comunque  potuto beneficiare di due permessi per visitare il padre Giovanni in ospedale, la cui malattia venne scoperta proprio nei giorni dell’arresto del figlio, il 16 giugno 2014.

Giovanni Bossetti non era il padre naturale di Massimo. Dalle indagini sul Dna effettuate per conto della Procura di Bergamo, infatti, era emerso che Bossetti non era in realtà figlio di Giovanni, ma di Giuseppe Guerinoni, l’autista di bus di Gorno morto nel 1999, nato da una presunta relazione extraconiugale della madre, che ha comunque sempre negato questa circostanza.

To Top