Blitz quotidiano
powered by aruba

Yara Gambirasio, erba inguaia Massimo Giuseppe Bossetti?

BERGAMO – E se Yara Gambirasio non fosse stata uccisa dove è stato ritrovato il suo cadavere? Il settimanale Giallo ha scritto che nel suo pugno è stato ritrovato un ciuffo d’erba che non corrisponderebbe al campo di Chignolo d’Isola dove il suo corpo fu trovato senza vita. Una notizia che, se confermata, potrebbe diventare un’arma a doppio taglio per la difesa di Massimo Giuseppe Bossetti, al momento unico imputato per questo delitto.

Scrive Leggo:

Come testimoniano le foto del cadavere il giorno del ritrovamento nel campo di Chignolo d’Isola, studiate con attenzione dagli inquirenti, Yara stringeva nella mano un ciuffo d’erba, come in un ultimo, disperato tentativo di resistere alla morte. Il colonnello dei Ros, Michele Lorusso, il primo a giungere in quel campo, sostiene che il ciuffo d’erba stretto da Yara fosse ancora attaccato al terreno. Non lo era più, però, nel momento in cui il corpo di Yara veniva portato via. I legali di Bossetti ora accusano il carabiniere di falsa testimonianza e sono convinti che quell’erba provenisse da un altro luogo, quello che per loro è la vera scena del delitto.

Non è dello stesso parere Cristina Cattaneo, l’anatomopatologa che eseguì l’autopsia sul cadavere di Yara: «L’erba che la ragazza stringeva tra le dita è la stessa presente nel campo di Chignolo d’Isola. Yara è stata uccisa lì, lo confermano altre prove effettuate sulla vegetazione e sugli insetti trovati sul corpo».

Immagine 1 di 26
  • "Massimo Bossetti si è vendicato di Marita": parla Gina...
  • Massimo Bossetti
Immagine 1 di 26