Cronaca Italia

YOUTUBE Moncalieri, rapina Esselunga: pistole e fucili a pompa puntati su donne e bambini

YOUTUBE Moncalieri, rapina Esselunga: pistole e fucili a pompa puntati su donne e bambini

Moncalieri, rapina Esselunga: pistole e fucili a pompa puntati su donne e bambini (foto Ansa)

TORINO – Avevano agito con pistole e fucili a pompa, senza esitare a puntarle anche contro donne e bambini, il volto nascosto da passamontagna. Veloci, precisi e violenti. I carabinieri del Nucleo Investigativo di Torino hanno sgominato una pericolosa banda specializzata in rapine a mano armata, accusata della rapina al supermercato Esselunga di Moncalieri dello scorso settembre. Cinque le ordinanze di custodia cautelare in carcere eseguite nei confronti del commando armato, che i carabinieri sospettano avere messo a segno anche altri colpi.

La rapina all’Esselunga di Moncalieri lo scorso 12 settembre. I banditi erano entrati in azione verso le 19, costringendo l’ottantina di clienti presenti a sdraiarsi per terra sotto la minaccia delle armi e poi fuggendo con un bottino di quasi 6 mila euro. L’indagine, coordinata dal pm Eugenia Ghi e dal Gruppo Criminalità organizzata, ha già permesso di attribuire al commando anche altre due rapine, in una sala giochi e in un negozio di alimentari.

Aggiunge Giuseppe Legato su La Stampa:

Si chiamano Lazaj Sajmir, albanese, 30 anni, residente a Torino, Michele Mercurio torinese 18 anni, disoccupato, pregiudicato, Roberto Mercurio 25 anni, torinese, Massimiliano Re, 19 anni, di San Mauro Torinese, Raimond Florian, romeno, 19 anni. Oltre alla rapina di Moncalieri il pm Maria Eugenia Ghi, del Nucleo criminalità organizzata e sicurezza urbana guidato dal procuratore aggiunto Paolo Borgna, contesta ai banditi altre due rapine. Sono avvenute il 28 maggio 2016 alla sala giochi «Admiral Club di Torino» e il 27 agosto successivo alla rivendita di alimentari «Weekend» .

To Top