Blitz quotidiano
powered by aruba

Rimini. Bimbi litigano e genitori…si picchiano con bastoni e catene

RIMINI – Una semplice zuffa tra bambini si è trasformata in una vera e propria rissa con bastoni e catene, che ha coinvolto oltre 40 persone, nelle case popolari di via Coppi a Rimini. Lo scontro è iniziato tra alcuni bimbi di due famiglie, una di origine rom e l’altra napoletana, mentre stavano giocando nelle aree comuni delle palazzine che il Comune ha assegnato alle famiglie. Poteva rimanere un diverbio tra bimbi, se non fosse che i genitori e i parenti si sono intromessi, scatenando una maxi rissa che ha richiesto l’intervento dei carabinieri, che hanno presidiato la zona per tutta la notte tra 22 e 23 settembre.

I bambini hanno iniziato a litigare e quando il diverbio ha coinvolto i genitori si è sfiorata la rissa generale. I carabinieri del nucleo operativo si sono visti costretti a chiamare in soccorso i colleghi della Questura, il reparto mobile impegnato per la festa del Pd, perché le persone che si stavano fronteggiando in quel momento erano diventate una quarantina. Lo scontro è stato evitato, così come feriti e denunce, grazie al fatto che i militari hanno sorvegliato l’area fino a questa mattina alle 7 e perché la famiglia napoletana ha preferito non dormire in casa ma da alcuni parenti.