Blitz quotidiano
powered by aruba

El Salvador. Epidemia di omicidi, 6.700 nel 2015

El Salvador, nel pieno di un'epidemia di violenza, ha aperto il nuovo anno con altre 15 persone uccise, tra cui un undicenne freddato da uomini vestiti da poliziotti. Due uomini, due donne e il bambino di 11 anni sono state uccise nelle prime ore dell'anno da malviventi che hanno preso d'assalto due umili abitazioni sparando a raffica con armi da fuoco: è accaduto nella comunità di Los Cerritos, circa 160 chilometri a est della capitale San Salvador.

SAN SALVADOR, EL SALVADOR -El Salvador, nel pieno di un’epidemia di violenza, ha aperto il nuovo anno con altre 15 persone uccise, tra cui un undicenne freddato da uomini vestiti da poliziotti.

Due uomini, due donne e il bambino di 11 anni sono state uccise nelle prime ore dell’anno da malviventi che hanno preso d’assalto due umili abitazioni sparando a raffica con armi da fuoco: è accaduto nella comunità di Los Cerritos, circa 160 chilometri a est della capitale San Salvador.

In un secondo episodio, agenti della Polizia nazionale di pattuglia hanno ingaggiato uno scontro a fuoco con presunti membri di bande in Valle Nuevo, subito a sud di San Salvador: cinque le vittime. Altre cinque persone sono state uccise in diversi episodi: due nella zona rurale di Nueva Concepción a nord della capitale; due nel comune di San Miguel, a est; un presunto membro di una gang a El Espino, nei pressi della capitale.

Le bande, che controllano il territorio nei distretti e nei quartieri in tutto El Salvador, sono coinvolte nella maggior parte degli omicidi, nel traffico di droga e nella criminalità organizzata. Secondo le statistiche ufficiali il 2014 si era chiuso con 3.942 omicidi nel Paese, 1.429 in più che del 2013. Secondo i dati preliminari, il 2015 si è concluso con più di 6.670 omicidi, una media di 18 morti violente al giorno.